A memo for the next election day in the United States of America

Karl ROWE

Karl ROWE on Wall Street Journal:
My prevision: in the morning of november 7 Mitt Romney will be declared 45th President of USA with 51% against 48% for Obama.
Romney will conquer 279 votes in the Electoral College, or more, probably“.

Nat SILVER

Nat Silver on blog FiveThirtyEight:
Obama has now 79% of probability to win.Obama will conquer 300 votes in the Electoral College”

dal blog di Fulvio Ichestre

CHAIR

Dopo il monologo di Clint Eastwood alla sedia vuota durante la Convention repubblicana di Tampa, sulla rete si parla solo di sedie.

E’ iniziata così…

Obama ha risposto così

E poi si sono scatenati:

Non so cosa ne pensano gli strateghi della campagna di Mitt Romney, ma non credo che siano tanto contenti. Non solo Eastwood ha tolto la “scena” a Romney, non solo il grande attore (e regista) americano si è rivelato un “repubblicano” atipico, non solo non ha speso molto del suo carisma per il “nominato di Tampa, ma soprattutto ha evocato l’avversario come nessun costosissimo spot pro-Obama avrebbe saputo fare. In un certo senso era come se fosse là a Tampa perché a furia di chiamarlo in causa su quella sedia vuota, lo ha praticamente materializzato. Poi Twitter e Facebook hanno fatto il resto. Mai portarsi in casa il “convitato di pietra”, soprattutto se si è in campagna elettorale. E’ l’ABC!

LA GUERRA DI ROSEN

Hilary Rosen, strategist democratica, si è lasciata un po’ andare sulla CNN.

Mitt Romney se ne va in giro per tutto il paese, dicendo: ‘Beh, sapete, mia moglie mi informa delle questioni economiche che stanno veramente a cuore alle donne americane, e quando la ascolto capisco i problemi femminili’. Indovinate un po? Sua moglie non ha mai lavorato un giorno in vita sua. Non ha mai realmente affrontato i numerosi problemi economici che la maggioranza delle donne in questo paese si trovano ad affrontare“.

Ann Romney ha immediatamente risposto su Twitter: “ho fatto la scelta di rimanere a casa per far “crescere” cinque ragazzi. Credetemi, è stato un lavoro difficile “. Qualcosa del genere ha detto anche su Fox News.

Reince Priebus, presidente del Comitato nazionale repubblicano, sempre su Twitter, ha definito i commenti di Rosen “assolutamente vergognosi”. 

Jim Messina e David Axelrod, guru della campagna elettorale di Obama. Axelrod ha dovuto riconoscere che le estrnazioni di Rosen sono state “inappropriate e offensive“, e Messina ha aggiunto: “lei dovrebbe chiedere scusa “.

Da parte sua la Rosen ha precisato: “Ammiro le donne che possono rimanere a casa per crescere i loro figli a tempo pieno. Confesso persino di invidiarle molto. Si tratta di un lusso meraviglioso. Ma dobbiamo ammettere che non è una scelta che la maggior parte le donne americane possono permettersi”.

Forse Hilary Rosen ha ragione, la signora Ann Romney rappresenta un’eccezione “invidiabile”, ma le “corde profonde” dell’america incerta ed indecisa potrebbero non aver apprezzato l’aggressività della consulente di Obama. Alzare i toni con un “attacco” personale non è mai consigliabile, figuriamoci in una campagna appena iniziata.

In questo video la “saga” completa!